Perché estrarre un dente?


L’estrazione o avulsione dentale è una procedura chirurgica che prevede la rimozione di un dente dall’alveolo in cui risiede. Un dente viene sottoposto ad un'estrazione quando, per motivi patologici o impedimenti fisici, la permanenza nella sua sede naturale creerebbe un danno maggiore. È bene sottolineare, che un dente viene estratto esclusivamente quando necessario, e solo se non può essere salvato o trattato mediante altri metodi conservativi (es. Devitalizzazione, otturazione, apicectomia). Discorso differente, invece, per i denti del giudizio: ad eccezione degli altri denti, i terzi molari possono essere estratti anche in assenza di patologie od infezioni dentali in atto, dunque a fini preventivi per evitare possibili disturbi futuri (es. Malocclusione dentale, denti storti, mal di denti, infiammazione gengivale ecc.).
Quando e perché è necessario?
Ad eccezione dei terzi molari, i denti dovrebbero essere estratti nelle seguenti circostanze:
Denti gravemente infetti da carie profonde, pulpiti od ascessi dentali e non trattabili mediante altri metodi conservativi: l'estrazione si rivela l'unica (ed estrema) soluzione pensabile per prevenire la diffusione dell'infezione negli altri denti vicini o nelle strutture ossee/gengivali attigue.
Denti colpiti da granuloma o cisti dentali non curabili mediante apicectomia: l'estrazione dentale si rivela la sola alternativa possibile per prevenire il rischio di espansione dell'infezione all'osso portante o, ancor peggio, al sangue (setticemia).
piorrea avanzata: in simili circostanze, l'avulsione di uno o più denti può essere necessaria per prevenire un eventuale, possibile, peggioramento della malattia parodontale o la perdita spontanea di un dente permanente.
inclusione dentale: il dente è totalmente o parzialmente intrappolato nella gengiva e, non completando il suo cammino di crescita, crea dolore od altera l'allineamento armonioso della dentatura. 
Mancata caduta dei denti da latte entro i tempi fisiologici stabiliti: quando tarda a cadere, un dente da latte può ostacolare il corretto sviluppo dei corrispettivi denti permanenti.