CHIROPRATICO - DENTISTA: UNA COLLABORAZIONE VINCENTE!!!

CHIROPRATICO - DENTISTA: UNA COLLABORAZIONE VINCENTE!!!
E’ bene sapere che la relazione fra apparato masticatorio e postura e’ strettissima.
Spesso il recidivare di un problema del rachide cervicale puo’ avere origine da una banale disfunzione gnatologica ( apparato masticatorio) e viceversa.
Per questo motivo la valutazione differenziata ODONTOIATRICA/GNATOLOGICA , CHIROPRATICA/POSTUROLOGICA e’ d’obbligo soprattutto nei casi in cui si evidenziano le classiche problematiche quali : cefalee, vertigini , dolori al nervo trigemino, schiocco del condilo ecc..
E’ bene comprendere che solitamente malocclusioni e sublussazioni cervicali, coesistono per cui la collaborazione fra dentista e chiropratico risulta vincente.
Gli aggiustamenti chiropratici finalizzati alla correzione delle vertebre cervicali, permettono di modificare sia le strutture del rachide stesso sia le trazioni muscolari anomale che sono diretta conseguenza.
Ne risulta di fatto che il lavoro del dentista sara’ facilitato permettendo cosi’ migliori “ performance”.